giovedì 13 novembre 2014

Recensione Con un poco di zucchero di Chiara Parenti

A trent’anni suonati Matteo Gallo, aspirante scrittore senza soldi e senza speranze, è costretto a vivere con la sorella Beatrice e “loro”, Rachele e Gabriele, i due scatenatissimi nipotini. Nessuna delle tate finora ingaggiate è riuscita a domarli. Ma ecco che, come per magia, un pomeriggio di fine settembre, un forte vento che spazza le nubi dal cielo porta tata Katie. Beatrice e i suoi bambini restano subito incantati da questa ragazza inglese un po’ stravagante e scombinata, che fa yoga, mangia verdure, va pazza per i dolci... e che con le sue storie fantastiche e i suoi giochi incredibili è in grado di cancellare l’amaro della vita. Matteo invece cercherà (o crederà) di sottrarsi al suo influsso: ma sarà tutto inutile, perché Katie compirà su di lui la magia più grande. Quella dell'amore. Dall’autrice del romanzo rivelazione dell’estate 2014 “Tutta colpa del mare (e anche un po' di un mojito)” una nuova, divertente e supercalifragilistichespiralidosa storia d’amore, che fa rivivere il mito di Mary Poppins.

data di uscita 30 ottobre
autore: Chiara Parenti
editore: Rizzoli  
collana: You feel
pagine: 124
prezzo: 2,49
il mio pensiero
DIVERTENTE E ROMANTICO

La mia recensione


Ispirato alla magica figura di Mary Poppins, Con un poco di zucchero,  racconta di una tata un po’ speciale: quando canta lei i passerotti non le volano sulle dita, ma si suicidano per l’orrore, non può parlare quando sale i gradini, è rigorosamente vegetariana e ambientalista e ha un blog chiamato Nuvoletta. com in  cui chiama tutti cari cincilettori!
Avete capito che è una persona straordinariamente comica e assolutamente unica , che con le sue storie e i suoi giochi fantasiosi riesce a riportare l’allegria nel cuore di due “ adorabili” bambini, ma anche di tutta la famiglia.
La nostra tata, Katie Baker è una persona esuberante che riesce a conquistare tutti, dai bambini vivaci, alle mamme lavoratrici, agli zii brontoloni e in mezzo a tutto ciò conquista soprattutto il cuore di noi lettori.
La storia è vivace e divertente, piena di entusiasmo e di senso dell’umorismo, vi farà fare grasse risate e vi strapperà dolci sorrisi, perché è anche una storia tenera su come basti poco a volte per ritrovare la gioia, basta guardare il mondo con gli occhi di un bambino…
Lo stile dell’opera è fluido e semplice e Chiara Parenti riesce a contagiarci con il suo entusiasmo contagioso.
Si legge che è una meraviglia!
I personaggi della storia sono amabili, caratterizzati molto bene, con tutti i loro pregi e difetti o meglio, i dettagli più buffi, che ce li rendono  simpaticissimi.
Tata Katie è una forza della natura, vi farà morir dal ridere! Con la sua mania per lo yoga, la passione per i dolci e la personalità effervescente , riesce ad entrare con estrema facilità nei nostri cuori.
Così è anche per l’altro protagonista, Matteo Gallo, un personaggio anch’esso un po’ particolare, aspirante scrittore squattrinato, vive con la sorella e i due figli di lei, situazione per lui temporanea tanto che dopo otto mesi non ha ancora disfatto i bagagli…
Matteo è un personaggio che si adora e si detesta insieme, perché ha perso il bambino che era in lui, assomiglia un po’ al signor Banks della nostra amata Mary Poppins, ma grazie a Katie riscoprirà l’umorismo e soprattutto l’amore…
I due bambini sono due adorabili piccoli pesti, ma sono anch’essi estremamente amabili, proprio perché si intuisce la sofferenza per la mancanza del padre dietro le loro birichinate.
Il libro è veramente delizioso, molto corto, una lettura poco impegnativa e estremamente divertente.
Lo adorete! Dopo “Tutta colpa del mare ( e anche un po di un mojito)” Chiara Parenti ritorna con un altro successo assicurato!
Siete pronti a divertirvi e a sognare un po’? Leggete questo libro che aspettate?


«Oh, santo il cielo!» esclama una voce da qualche parte in giardino. Esco fuori incuriosito e vedo una ragazza che rincorre un ombrello ribaltato tra le primule.
Aggrotto la fronte, perplesso. «Ehm, serve aiuto?»
La ragazza riesce finalmente ad agguantare l’ombrello posseduto e prende a correre affannata verso di me. «No! È che quando lo porto in un posto nuovo gli piace esplorarlo per bene!» mi dice in un sorriso.
Annuisco. «Certo, anche il mio fa sempre così.» 
Immagino che a questo punto dovrei descrivere la ragazza, giusto? È che mi ha colto alla sprovvista, lo ammetto: non me l’aspettavo affatto così.
Armata di una sufficiente dose di sconsideratezza, si è presentata al colloquio con un paio di leggins bianchi, degli stivaletti rossi e una giacchetta blu, che la fanno assomigliare più alla bandiera della Francia che alla candidata ideale per il posto di tata.
Forse per colpa del vento, o forse no, una massa informe di boccoli biondi ondeggia sopra la sua testa come la criniera di un leone, incorniciando un viso minuto su cui troneggiano due occhi verdi GIGANTI."


6 commenti:

  1. Ahahah!! Troppo divertente il teaser!
    Sinceramente non pensavo fosse così spassoso.
    Questo è proprio il genere di lettura che bisogna avere a portata di mano ogni volta che si è tristi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero! I libri di Chiara sono sempre un toccasana per il mio umore, nessuno riesce a farmi ridere come lei, è un'autrice bravissima..

      Elimina
  2. sembra proprio carino e divertente *____* mi piacerebbe tantissimo leggerlo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non fartelo scappare Giusy! adoro i romanzi di Chiara Parenti...

      Elimina
  3. Devo leggerlo *_*
    Mi ispira davvero tanto e ne sento parlare così bene!La tua recensione è stata un' ulteriore conferma.. non appena sfoltisco un pò di letture lo acquisto ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì è tanto carino!!! porta l'allegria e il buonumore

      Elimina