sabato 13 agosto 2016

Dal Libro al film...Io prima di te e La famiglia Fang

Hello Readers!
Il 1° Settembre è una data importante per noi cine-librimaniaci...Non solo esce, finalmente," Io prima di te", tratto dall'omonimo capolavoro di Jojo Moyes, ma anche "La famiglia Fang" tratta dal libro di Kevin Wilson.




Per tanto tempo ho aspettato che uscisse "Io prima di Te", volevo anche comprarmi le calze bombo come Louisa solo per l'occasione (lo sapete che sono un po' eccentrica), ma devo ammettere che ormai il mio entusiasmo è un po'scemato...
Per quanto abbia adorato la storia della Moyes, sono ancora amareggiata dal seguito e anche il trailer mi ha fatto venire qualche dubbio, insomma, Louisa deve avere per forza quella vocina da ochetta stupida? è un personaggio eccentrico non un cartone animato! Francamente è irritante sentirla per due minuti, non so se posso sopportare quella voce da Titti per due ore...
La famiglia Fang al contrario mi ha assolutamente conquistata!! Dal momento che non conoscevo il libro, edito dalla Fazi, mi sono catapultata a comprarlo e lo leggerò nei prossimi giorni..
Adoro il genere commedia/drammatico e il cast è veramente eccezionale! Non posso perdermi un film con Christopher Walken e Nicole Kidman (sono l'unica a pensare che la rottura con Tom Cruise abbia giovato tantissimo alla sua carriera cinematografica?)
Jason Bateman poi, con quell'aria da bambino-vecchio e quel sorriso triste, mi fa venire voglia di calarmi le mutande fin dai tempi di Juno...
Insomma, sto contando i giorni che mancano al 1 Settembre e mi sento orribilmente divisa...è ovvio che quel giorno sarò al cinema...ma a vedere quale film??? 
Che domande.. La Famiglia Fang!!!




La famiglia Fang di Kevin Wilson racconta con ferocia e ironia le vicende di una coppia di famosi performer, Caleb e Camille, e dei loro due figli. Una riflessione amara sul ruolo dell’artista, sul prezzo che si è disposti a pagare per l’arte, sulle ossessioni e l’egoismo di chi sceglie di fare di se stesso un’opera d’arte. Narrata dalle voci irresistibili e dissacranti dei figli ormai adulti (il Bambino A. e il Bambino B. nelle performance così come nella vita di tutti giorni) la storia di questa famiglia eccentrica e sui generis ha subito conquistato i favori della critica e del pubblico: paragonato alla comicità grottesca dei Tenenbaum.






Di seguito le info sul libro che ho trovato sul sito della Fazi editore.

Come definire la famiglia Fang? Una famiglia costituitasi negli anni Settanta che ha fatto della propria vita un’opera d’arte: Caleb e Camille, i genitori, non concepiscono azione che non sia artistica. I poveri figli, chiamati Bambino A (Annie) e Bambino B (Buster), sono vissuti dai genitori come un’appendice artistica, un ulteriore braccio capace di mettere in atto i loro deliranti e pazzeschi progetti artistici.
Annie e Buster da adulti saranno due individui psicologicamente devastati: lei è diventata una nota attrice, ma beve, e lui invece è un giornalista dalle alterne vicende, che vive in solitudine. La famiglia Fang è il crudele ma avvincente ritratto di una coppia tanto squilibrata ed egoista da rasentare la totale distruzione dei figli, ed è un romanzo dedicato alla riflessione sul concetto di arte, sia essa scrittura, pittura, recitazione o “gesto artistico”.
Kevin Wilson affronta un tema drammatico attraverso il filtro della comicità, sempre in bilico tra cinismo e ironia, che riesce a rendere lievi anche i passi più duri.





Caleb e Camilla Fang sono performer le cui creazioni scioccano il pubblico e deliziano gli appassionati d'arte. Protagonisti sin dalla più tenera età sono i loro figli, pedine fondamentali delle loro opere provocatorie spesso al limite tra il genio e la follia. A causa di queste esperienze, Annie (Nicole Kidman) e Baxter (Jason Bateman) ormai adulti si sono allontanati dai genitori, e, seppur a distanza, conducono esistenze parallele e altamente problematiche. I fratelli sono costretti a tornare a casa dai loro eccentrici genitori quando, improvvisamente, scompaiono nel nulla. La polizia teme il peggio ma Annie è convinta che si tratti di una nuova performance e che Caleb e Camilla abbiano finto la propria morte per dare vita all'ennesima, bizzarra, "opera d'arte". Mettendo insieme i pezzi del puzzle dei ricordi della loro infanzia, Annie e Baxter si mettono alla ricerca dei genitori, sperando di scoprire la verità su quanto accaduto e, magari, finire anche per ritrovare se stessi.





Nessun commento:

Posta un commento